Loading

NAMASTE’, piccoli amici del Nepal

Bambini a Kathmandu

Traggo spunto da un bel foto-racconto de la Republica.it per fare un salto indietro nel tempo al mio viaggio in Nepal del gennaio 2011. Inutile soffermarmi sulla straordinaria bellezza di un paese oggi, purtroppo, devastato dal terremoto della scorsa primavera. Parlerò del Nepal in lungo e in largo nel mio primo Travel-Book che pubblicherò nel 2016.

 

Oggi voglio parlarvi della bellezza degli occhi dei bambini nepalesi. Una bellezza dirompente, fatta di occhi dolci e semplici, di sguardi curiosi e colmi di speranza. Ne ho incontrati tanti durante il mio viaggio di 21 giorni, sia nella capitale Kathmandu sia nei villaggi della zona dell’Annapurna.

Ricordo tutto come fosse ora. Gli scolari (Video Youtube) e i piccoli lavoratori di Khatmandu, quegli occhini che mi accompagnavano lungo il percorso di trekking sull’Himalaya nepalese, i bambini seduti per terra nell’atrio di una piccola scuola nei pressi di Ghandruk, i dolcissimi accompagnatori nel tragitto tra Ghorepani e il villaggio di Shikha (Video Youtube), la partitella a palla (con il mio notevole affanno!) sui 3850 m s.l.m. di Muktinah, ecc. Tantissimi incontri che mi hanno profondamente segnato e permesso d’instaurare un legame ormai inscindibile con questo popolo.

Nepalese Children

L’incontro con i bambini è stato tra gli elementi caratterizzanti di questo viaggio. In loro risiedono le speranze di un paese molto povero, stritolato tra due giganti come la Cina e l’India, e alla ricerca perenne di un riscatto sociale ed economico. Io questa speranza l’ho toccata veramente con mano in quel 2011. Oggi, purtroppo, mi rendo conto di quanto sia difficile parlare di riscatto per un paese letteralmente raso al suolo soltanto pochi mesi fa.

Beh, inutile dire che ogni giorno che passa monta sempre più la voglia di tornare in Nepal. E chissà, magari un giorno coronerò il sogno di tornarci con mia figlia Marta per poter (ri)vivere con lei il più profondo e forte senso di libertà mai provato in vita mia.

NAMASTE’, piccoli amici nepalesi…

valeriontheroad

valeriontheroad

Papà (neo) Travel Blogger. Innamorato del mondo e cultore del viaggio "On The Road".

LEAVE A COMMENT