Loading

Assicurazione viaggio? Certo che sì!

Amici viaggiatori, lancio oggi la rubrica “Prima di partire”. Si inizia con: ASSICURAZIONE VIAGGIO!

Cosa fare prima di partire per un viaggio importante? Iniziamo dall’Assicurazione di viaggio, essenziale ma spesso trascurato aspetto per viaggiare sereni e sicuri.

Travel Insurance

 

Se amate viaggiare, a maggior ragione se con la famiglia e fuori dall’Unione Europea, ritengo sia necessario (anzi, oserei dire “obbligatorio”!) stipulare un’assicurazione di viaggio che protegga la propria famiglia nel caso in cui qualcosa dovesse andare storto.

Parto subito col raccontarvi brevemente una mia personale esperienza che credo sia emblematica dell’importanza di assicurare ogni viaggio.

Qual è il viaggio più atteso e sognato della vita? Senza ombra di dubbio il viaggio di nozze, un viaggio importante sotto tutti gli aspetti. Costoso, lungo e certamente meritato dopo le fatiche organizzative del matrimonio.

Bene, mi sono sposato con Elena nel settembre del 2013 anche se il matrimonio era inizialmente fissato per giugno 2013. Un brutto evento familiare (grazie a Dio risoltosi positivamente!) ci ha, però, costretti a rinviare tutto di tre mesi. Abbiamo dovuto disdire e rinviare tutto. Dalla celebrazione in Chiesa al banchetto, dal fotografo al viaggio di nozze, ecc.

Ecco, provate ad immaginare il danno che avremmo subito se non avessimo assicurato integralmente il nostro viaggio di nozze. Circa 8.000 € sarebbero andati in fumo con l’ovvia impossibilità di riprogrammare per intero quel viaggio di 30 giorni tra USA e Messico. Come si suol dire, oltre ad danno avremmo subito anche la beffa. Fortunatamente non è andata così. Avevamo acquistato per tempo una copertura assicurativa completa (medica, bagagli, annullamento, ecc.) e così abbiamo ricevuto il rimborso (quasi) totale della quota e potuto prenotare il nuovo viaggio di nozze.

Insomma, cari viaggiatori, assicurare il proprio viaggio è non solo opportuno ma necessario, specialmente quando si tratta di viaggi costosi, lunghi e con famiglia e prole al seguito.

L’esperienza che vi ho raccontato e le accresciute esigenze familiari mi hanno indotto, a maggior ragione, ad assicurare il mio ultimo viaggio in USA e Canada con la mia piccola Marta. Pensate che con circa 150 € ho acquistato una copertura assicurativa completa per l’intera famiglia.

Sono un appassionato di Stati Uniti e, se parliamo di assicurazione di viaggio, non posso non far riferimento al loro sistema sanitario. Quando si organizza un viaggio negli USA è di fondamentale importanza stipulare una valida assicurazione sanitaria prima della partenza. Gli Stati Uniti, infatti, hanno un sistema sanitario prettamente privato per cui anche le prestazioni mediche d’urgenza sono a pagamento e totalmente a carico del paziente. Il tutto a costi a dir poco esorbitanti.

A questo punto la domanda che ogni viaggiatore dovrebbe porsi è: ha senso rischiare di spendere migliaia di $ per (solo per fare un esempio) una piccola frattura ad un dito?

Peraltro, contrariamente a quanto si possa pensare, assicurare un viaggio è operazione davvero semplice, veloce e, se consideriamo i rischi che si evitano, molto conveniente. Esistono tantissime compagnie assicurative sul mercato che riescono a fornire servizi eccellenti a costi abbordabili.

AXA Assistance

Tra queste mi sento di consigliare vivamente la AXA Assistance, la Columbus Assicurazioni e la Allianz Global Assistance. Acquistare una polizza assicurativa significa proteggersi a tutto tondo e garantirsi il rimborso delle spese mediche, l’assistenza sanitaria in viaggio, proteggersi per il ritardo aereo, la responsabilità civile, gli infortuni di viaggio e di volo, lo smarrimento del bagaglio, la possibilità di coprire la rinuncia/interruzione del viaggio, e tanto altro ancora.

Insomma, non rischiate partendo senza una polizza viaggio. Assicuratevi, poi magari (quasi sempre è così,e meno male!) non succederà nulla ma almeno avrete viaggiato sicuri e senza pensieri. Buon viaggio! 🙂

valeriontheroad

valeriontheroad

Papà (neo) Travel Blogger. Innamorato del mondo e cultore del viaggio "On The Road".

5 Comments

  • roberto

    ho avuto modo di avere un sinistro con axa la versione total defence. ho passato tre mesi, per la perdita del portafoglio, ad inviare documentazione uno stillicidio e non ho ancora il rimborso dovuto un consiglio fatelo con un altra compagnia

    29 gennaio 2016 at 8:52
    • valeriontheroad
      valerio

      Ciao, mi dispiace per questa tua disavventura. Personalmente ho avuto esperienze positive e lo stesso è successo a tanti miei amici che a loro si sono affidati. Se vuoi posso inoltrare, per conto tuo, un reclamo ai responsabili di AXA. Se dovessi decidere in tal senso non esitare a scrivermi alla mia email: valeriobarrale@libero.it.
      Ciao e buona giornata!

      29 gennaio 2016 at 11:41

LEAVE A COMMENT