Loading

Viaggio nel West Americano, la TOP 10

Ho viaggiato “On the Road” nel “West americano” nel 2013. Oggi voglio raccontarvi la mia personalissima TOP 10!

Immensa ed eccezionalmente varia, l’America ospita un’incredibile collezione di meraviglie naturali e culturali. E il South West (con California, Arizona, Nevada e Utah) ne è l’esempio più sublime e completo.

Da sfavillanti città a montagne, foreste e deserti che rendono unico il territorio del “Far West” degli Stati Uniti d’America.

Ecco a voi la mia “classifica” insieme ad una serie di semplici e utili consigli di viaggio. Il tutto condito da alcuni scatti di un fotografo eccezionale: Salvatore Coluccia!

Forza, iniziamo questo splendido viaggio alla scoperta del mitico South West. Si parte! 🙂


1) “Monument Valley Navajo Tribal Park”

Vince la Monument Valley. Lì ho lasciato un pezzo del mio cuore.

Un luogo straordinario, il paesaggio della Monument Valley è protagonista naturale della storia del cinema Western. Con le sue “butte” rosso fuoco e quelle guglie affusolate verso il cielo, è un simbolo degli Stati Uniti e meta irrinunciabile per ogni viaggiatore.

Per visitare la Monument Valley bisogna accedere al relativo Tribal Park, ancora oggi gestito dalla tribù indiana dei Navajo.

Il costo d’accesso è di 5 $ e gli orari di apertura sono:

  • da Maggio a Settembre ore 6 – 20;
  • da Ottobre ad Aprile ore 8 – 16:30.

Monument Valley - West

I miei consigli:

Monument Valley - West

  1. Dormite all’interno della Monumente Valley e godetevi appieno sia il tramonto che l’alba. Gli alloggi sono il The View e il Goulding’s Lodge (io ho dormito qui!);
  2. Non perdetevi l’incantevole tratto di strada della Hwy 163 all’ingresso Est della Monument Valley. E’ famoso anche come Forrest Gump Point;
  3. Avventuratevi col vostro Suv all’interno della Monument Valley nel percorso della Valley Drive. Siete in pieno “Far West” ed è un’esperienza sublime!

 2) “San Francisco”

Una città unica, piena di un fascino antico che vi stupirà. I famosi “Cable Car” (gli sferraglianti tram d’altri tempi), gli eterogenei quartieri, il fantastico Golden Gate, la suggestiva “Baia di San Francisco” con il suo mitico penitenziario di Alcatraz, ristoranti di alto livello e una vita notturna pazzesca.

San Francisco vi rapirà irrimediabilmente facendovi sentire subito a casa vostra.

San Francisco

I miei consigli:

San Francisco

  1. Trascorrete almeno 3 giorni a San Francisco. E’ una città piena di cose da vedere. Eviterete di tornare a casa con molti sensi di colpa;
  2. Noleggiate una bici elettrica. Partite dal Pier 39 e pedalate verso il Golden Gate Bridge. Attraversatelo in bici e godetevi bel pranzetto a Sausalito, deliziosa località dall’altra parte della baia. L’escursione in bici vi regalerà panorami e sensazioni fantastiche;
  3. Passeggiate per Fisherman’s Wharf e fermatevi a mangiare i granchi nei piccoli chioschi. Strepitosi!

 3) “Grand Canyon N. P.”

E’ una meraviglia della natura. Il Grand Canyon è immenso e incredibilmente antico. Pensate che per formarsi ci sono voluti 6 milioni di anni.

Una volta all’interno di questo fantastico parco naturale americano rimarrete a bocca aperta dinnanzi al silenzio e all’abisso che offre il paesaggio.

Nel fondovalle ammirerete il vero artefice di questo spettacolo, il Colorado River che si snoda per ben 277 miglia.

Grand Canyon

I miei consigli:

Grand Canyon

  1. Entrambe le sponde, sia il South Rim che il North Rim, sono piene di fascino. Personalmente, però, vi consiglio di visitare il South Rim; più attrezzato, facilmente accessibile e con i panorami più famosi;
  2. Se volete dormire all’interno del parco (e ve lo consiglio!) prenotate per tempo. Vivrete una magica atmosfera e riuscirete a godervi appieno del tramonto e dell’alba. Se volete risparmiare qualcosa dormite a Tusayan, proprio all’entrata del parco;
  3. Gli alloggi all’interno del parco sono El Tovar (per i più esigenti), Bright Angel Lodge, Kachina Lodge, Thunderbird Lodge e Yavasupai Lodge (io ho dormito qui, ottima posizione a buon prezzo). 

 4) “Yosemite N. P.”

Vertiginose pareti, imponenti formazioni rocciose e gigantesche sequoie (a Mariposa Groove, ingersso ovest) rendono inebriante il paesaggio dello Yosemite.

Lo Yosemite National Park è una delle punte di diamante del sistema dei parchi americani.

Il fiore all’occhiello di questo parco è certamente la Yosemite Valley. E’ qui che si concentrano le principali attrazioni e bellezze naturali del parco: le Yosemite Falls, l’Half Dome, El Capitan e Royal Arches.

Salvatore Coluccia Photography

Salvatore Coluccia Photography

I miei consigli:

Yosemite N. P.

  1. I mesi più belli sono maggio e giugno, quando lo scioglimento delle nevi rinvigorisce i corsi d’acqua e le cascate, ma è molto alto il rischio di trovare chiusi per neve il Tioga Pass e l’accesso ridotto ad alcune zone del parco. In estate il parco sarà integralmente visitabile. Unico problema, l’enorme afflusso di visitatori;
  2. Se arrivate da est consiglio di dormire a Lee Vining. Questa cittadina, sulla riva del Mono Lake, si trova ad un’ora circa da Bodie (la Ghost Town più famosa, autentica e meglio tenuta d’America) e a 12 miglia dal Tioga Pass;
  3. Se, invece, arrivate da ovest potete dormire a Oakhurst, Mariposa, Groveland o in uno dei Lodge situati proprio all’ingresso del parco (per es. allo Yosemite View Lodge di El Portal).

 5) “San Diego”

Una strepitosa scoperta, San Diego è la città più a sud di tutta la California.

Gli abitanti di San Diego dicono che la loro è “la più bella città d’America” e secondo me non esagerano nemmeno tanto.

San Diego è una città fantastica, con un clima perfetto e, pur essendo l’ottava città d’America per popolazione, una qualità della vita davvero invidiabile.

San Diego

I miei consigli:

San Diego

  1. Godetevi la movida della Fifth Avenue. La sera è un crogiolo di persone, culture, locali e ristoranti;
  2. Volete fare una strepitosa esperienza musical-culinaria? Andate a cenare al “Croce’s Restaurant & Jazz Bar” (sulla Fifth Avenue), il ristorante della moglie del compianto Jim Croce (immenso cantante Country americano). Alla fine della cena spostatevi al lato, nell’adiacente locale e godetevi una serata di ottima musica live;
  3. Assolutamente imperdibile il SeaWorld, il più grande parco acquatico della California. E se vi resta tempo andate al San Diego Zoo, uno dei più famosi e grandi zoo del mondo;
  4. Se avete un’auto a noleggio dirigetevi verso il Coronado Bridge, attraversatelo e andate a cenare nella famosa penisola di Coronado. Godrete di uno skyline di San Diego davvero fantastico.

 6) “Route 66”

E’ la mitica “strada madre”, così la definì Steinbeck in ‘Furore’ (1940), che ha collegato Chicago a Los Angeles sin dal lontano 1926.

Lungo il percorso s’incontrano oggi motel, drive-in, insegne al neon e tanti viaggiatori “On the Road”.

La Route 66 è stata da tempo bypassata dalla I-40 e rappresenta oggi un pezzo importante della storia americana.

Route 66 - Amboy

I miei consigli:

Route 66 - Williams

  1. Anche se solo per un centinaio di miglia, percorrete la Route 66. Vi troverete di fronte il volto classico, vero e più nostalgico d’America. Siete nel West più puro, quello di tanti film, e ve ne accorgerete subito;
  2. Interessantissimo il tratto che da Kingman (cittadina in cui c’è l’Historic Route 66 Museum) porta all’ingresso sud del Grand Canyon N. P. Potrete fermarvi nella stazione di servizio (abbandonata) di Hackberry e fare una sosta a Williams, vivace cittadina e porta d’accesso all’Arizona centrale;
  3. E’ fondamentale avere sempre sempre una buona riserva di carburante nel serbatoio, almeno metà tanga. E per favore non chiedetemi il perché! 🙂

 7) “Horseshoe Bend e Antelope Canyon”

Horseshoe Bend e Antelope Canyon sono due incredibili “chicche” che renderanno unico il vostro viaggio nel West. Assieme al Lake Powell, sono le attrazioni principali nei pressi di Page (Arizona).

Horseshoe Bend è un enorme “ferro di cavallo” scavato dal fiume Colorado, lo stesso che attraversa il Grand Canyon.

Salvatore Coluccia Photography

Salvatore Coluccia Photography

I miei consigli:

  1. Scarpe da ginnastica e via. Arrivare all’Horseshoe Bend è veramente semplice. Bastano circa 10 minuti di camminata dal parcheggio e rimarrete letteralmente scioccati da questo strapiombo di 300 m. sul fiume Colorado;
  2. Dove dormire? Nella vicinissima Page (a circa 7 km) o se volete anche sul Lake Powell (io ho dormito al Lake Powell Resort, a circa 16 km).
  3. A proposito, se siete in zona e avete ancora un po’ di tempo non perdetevi l’occasione di ammirare e fotografare il Lake Powell, ne vale la pena.

L’Antelope Canyon è lo slot canyon più visitato degli Stati Uniti sudoccidentali. Si trova sulla terra Navajo vicino a Page, in Arizona.

Per ogni approfondimento su questa bellissima attrazione naturale vi rimando alla mia guida “Antelope Canyon (USA), breve guida alla visita“.


 8) “Las Vegas”

Las Vegas è una sorta di paese dei balocchi. Un parco divertimenti aperto 24 ore su 24. Si trova in Nevada ed ha circa 580 mila abitanti. È situata a nord ovest del Lago Mead ed è circa 2 ore d’auto da Los Angeles.

Viaggiare nel West e non passare almeno una notte (io ne consiglio due!) a Las Vegas sarebbe da pazzi.

Las Vegas è la città giusta per chi ama il divertimento sfrenato e il rischio del gioco d’azzardo ma è anche la città in cui sorseggiare un cocktail a bordo piscina, assistere ai più importanti spettacoli del mondo e perdersi tra alberghi più belli e lussuosi del pianeta.

Las Vegas

I miei consigli:

  1. Gustatevi uno spettacolo del Cirque du Soleil (O e KÀ su tutti!). Un’esperienza che vi rimarrà per sempre nel cuore;
  2. Visitate il The Venetian. E’ un vero e proprio monumento del gioco d’azzardo. Costruito per assomigliare in tutto e per tutto alla laguna Veneziana, un casinò spettacolare ed imperdibile;
  3. Godetevi a piedi la strabiliante Strip, il romantico e spettacolare gioco d’acqua e luci delle fontane del Bellagio e non esitate ad entrare in ogni Casinò. Tranquilli, guardare sarà gratis! 🙂

 9) “Death Valley N. P.”

Il nome tradisce la vera bellezza di questo parco. Al contrario di quanto si possa pensare, infatti, nella Death Valley ci sono tante cose da vedere e scenari surreali di cui godere.

Vento e sabbia danno vita a paesaggi suggestivi fatti di dune incredibili. Scoprirete paesaggi degni del deserto del Sahara pur essendo a poche miglia da Las Vegas o non molto lontani dalla costa pacifica degli Stati Uniti.

Salvatore Coluccia Photography

Salvatore Coluccia Photography

I miei consigli:

Death Valley

  1. Dormite  al Furnace Creek, nel bel mezzo della Death Valley;
  2. Inutile dirvi che è uno dei posti più caldi della terra. Portate con voi molta acqua e bevete molto. Evitate le escursioni nel primo pomeriggio, e proteggetevi dal sole sempre con un cappellino e creme solari;
  3. Imperdibili Dante’s ViewBadwater e Zabriskie Point.

 10) “Los Angeles”

 

Los Angeles non è certamente tra le più belle città d’America. E’, però, la più americana di tutte e tra le più interessanti. Gigantesca e piena di traffico, è la città dei contrasti per eccellenza.

Los Angeles, con New York e Chicago, è una delle tre metropoli più importanti del Paese ed è un centro economico, culturale e scientifico di rilevanza mondiale.

Hollywood e gli Universal Studios, la celebre spiaggia di Venice Beach, le ricche Beverly Hills, Bel Air e Malibù, l’affascinante e meravigliosa Santa Monica, il sempre verde Disneyland, ecc.

Los Angeles

I miei consigli:

Santa Monica

  1. Dormite a Santa Monica. E’ splendida, vivace e comoda. Specialmente se siete in auto vi verrà semplice spostarvi e godervi i dintorni di Los Angeles;
  2. Imperdibili gli Universal Studios. Se avete tempo godetevi Disneyland ad Anaheim, il primo parco divertimenti aperto dalla Disney, a circa 40 km dalla Downtown di Los Angeles;
  3. Trascorrete una serata, tra il romantico e il sapore un po’ retrò, passeggiando sul Santa Monica Pier. Una cenetta da Bubba Gump e una foto col cartello “Santa Monica – 66 – End of the Trail“.

Questo è il magnifico West. Questa è l’America più vera. Buon viaggio! 😉

valeriontheroad

valeriontheroad

Papà (neo) Travel Blogger. Innamorato del mondo e cultore del viaggio "On The Road".

1 Comment

LEAVE A COMMENT