Loading

Wanderlust: la malattia dei viaggiatori

Anche voi ossessionati dai viaggi? Tranquilli, non siamo dei “fanatici”. Siamo affetti dalla sindrome di Wanderlust. Volete saperne di più?

Wanderlust

Cosa vuol dire questa misteriosa parola? Wanderlust è un termine tedesco composto da “wander“, ossia desiderio, e “lust“, ossia camminare.

Ecco, la sindrome di Wanderlust è il bisogno continuo e sfrenato di spostarsi, di camminare, di viaggiare verso posti nuovi.

A volte questo desiderio è dettato da insoddisfazioni personali che creano voglia di fuggire dalla noia o dai problemi del quotidiano.

Ma nella maggior parte dei casi si tratta di ciò che recenti ricerche scientifiche hanno finalmente appurato. E cioè che circa il 20% della popolazione mondiale avrebbe nel proprio DNA il cosiddetto “Gene del viaggio”.

Prima di scoprirne i sintomi voglio condividere con voi una definizione che mi fa letteralmente impazzire:

Wanderlust is the irresistible, incurable desire to travel or wander.

Sì, perché rassegniamoci. Il wanderlust è incurabile. Anzi, più si viaggia e più si vuole viaggiare!

sin título (9 de 13)

Quali sono i sintomi più comuni? Scopri se anche tu sei un “Wanderluster”:

  1. Atlante, Mappamondo e Cartine geografiche sparsi per casa: da piccoli erano la vostra passione, oggi la vostra ossessione. Sempre a portata di mano sono l’orgoglio della vostra casa;
  2. Booking, Airbnb, Volagratis e ogni sito da viaggio compongono la vostra “Barra dei preferiti”. Li aprite ogni giorno, li spulciate, ne conoscete ogni funzione perché grazie a loro la vostra insaziabile voglia di viaggi riesce a trovare un attimo di pace;
  3. La vostra tv? National Geographic, documentari, film d’avventura e programmi sui viaggi. Avete abolito i Tg e dimenticato ogni altro genere di programma. La vostra fantasia ha bisogno di continue ispirazioni da viaggio e quale migliore fonte d’ispirazione se non un film alla “Into the Wild”?
  4. Il miglior investimento? Un viaggio, naturalmente. Fare click su quel fatidico “Prenota” è un’emozione indescrivibile. Non esiste fastidio quando si spendono i propri soldi in viaggi. Anzi, per un viaggiatore è il migliore investimento. L’unica spesa che provoca goduria;
  5. L’undicesimo comandamento? “Viaggia”. Beh, al di là della battuta, un viaggiatore ritiene che chi non viaggia sia un grande peccatore. E forse in realtà lo è per davvero perché si perde la straordinaria opera di Dio: il Creato.

La diagnosi è quella giusta? Se vi riconoscete in questi “sintomi” siete affetti da sindrome di Wanderlust.

La cura? Siete incurabili ma non rassegnatevi. Anzi, prenotate, viaggiate e godetevi il fantastico pianeta terra! 🙂

valeriontheroad

valeriontheroad

Papà (neo) Travel Blogger. Innamorato del mondo e cultore del viaggio "On The Road".

6 Comments

  • Silvia

    Sono sicuramente malata!! ahah

    22 febbraio 2016 at 17:10
    • valeriontheroad
      valerio

      Bentrovata. Siamo affetti dalla stessa malattia! 🙂

      22 febbraio 2016 at 17:11
  • Arianna

    “Beyond the East the sunrise, beyond the West the sea,
    And East and West the wanderlust that will not let me be”
    la mia citazione preferita <3

    2 marzo 2016 at 12:21
    • valeriontheroad
      valerio

      Bellissima veramente 🙂

      2 marzo 2016 at 15:28
  • Letizia

    Felice di esserne affetta!
    Valerio ,complimenti per il tuo blog!

    15 maggio 2016 at 10:52
    • valeriontheroad
      valerio

      Grazie Letizia. Seguimi, tra qualche giorno arriveranno una carrellata di nuovi contenuti utili per noi Wanderluster 🙂 A presto, Valerio

      15 maggio 2016 at 15:25

LEAVE A COMMENT